I migliori caschi asciugacapelli ad uso domestico: guida all’acquisto, prodotti migliori e fasce di prezzo

Simbolo di saloni di bellezza americani e non solo durante gli anni del boom, oggi i caschi asciugacapelli sono diventati uno apparecchio per uso domestico. I nuovi modelli infatti sono facili da utilizzare, economici ed idonei per la quotidiana operazione di asciugatura.

I caschi asciugacapelli per l’uso domestico

I modelli adatti all’uso domestico sono soprattutto quelli morbidi, le cuffie asciugacapelli. Sono in tessuto resistente al calore, di solito in poliestere, molto resistenti anche all’usura.

Sono leggere, maneggevoli, pieghevoli e adatte al viaggio. Possono anche avere una custodia per il viaggio.

Il vantaggio delle cuffie morbide è proprio la leggerezza ed il poco ingombro. Si posso riporre e portare ovunque. Si indossano come un cappuccio sui capelli bagnati e possono avere un motore integrato oppure necessitano di essere collegati al phon.

Quelli con motore integrato hanno un tubo elastico alla base dove si trova una scatola con il motore stesso da dove passa l’aria emessa dalle ventole. Oppure il motore può trovarsi in cima alla cuffia e gonfiarla emettendo aria direttamente senza passare da un tubo.

L’aria che circola nella cuffia è omogenea quindi asciuga in maniera altrettanto omogenea i capelli e la temperatura resta costante. Questo evita di stressare i capelli con eccessivo calore concentrato su un punto solo.

Anche la cuffia senza motore garantisce lo stesso tipo di asciugatura, delicata e naturale. Deve però essere collegata ad un phon non disponendo di un motore integrato. Il bocchettone dell’asciugacapelli manuale si inserisce nel tubo e l’aria va a gonfiare la cuffia asciugando i capelli.

Entrambi i modelli consentono l’uso di bigodini. L’unico svantaggio di quello senza motore è la necessità di un phon anche nel caso di viaggio.

Il vantaggio della cuffia senza motore integrato è l’estrema leggerezza, il costo molto vantaggioso e la possibilità di avere uno strumento pe rla cura ed il benessere dei capelli sempre con sé.

Caratteristiche dei caschi per uso domestico con motore

Il casco morbido con motore può avere una potenza che varia tra i 300 watt fino a superare i 1800 o 2000 watt. Il wattaggio è la forza con cui viene emessa l’aria dalle ventole ed influenza l’intensità e la velocità dell’aria stessa. Queste determinano la velocità di asciugatura e la tipologia di asciugatura.

I caschi morbidi possono avere funzioni anche avanzate come la regolazione della temperatura. Si possono avere da 2 a 4 livelli di temperatura. Anche questa determina la velocità e la tipologia di asciugatura.

Potenza e temperatura sono importanti per la pettinatura che vogliamo ottenere e la tipologia di capello su cui lavoriamo. Su un capello folto e spesso sono necessarie potenza e temperatura elevate. Allo stesso tempo si ottiene una piega ben definita come boccoli e onde o effetto permanente grazie al sapiente uso dei bigodini. Il tempo di asciugatura sarà ridotto con alte temperature anche su capelli corti.

Su un capello fino o debole è bene usare una temperatura più moderata anche se si vuole un effetto naturale. Comunque un casco con meno potenza è sufficiente per ottenere un piega perfetta.

Funzioni aggiuntive dei caschi per uso domestico

Anche i caschi per uso domestico possono avere funzioni aggiuntive come il colpo d’aria fredda. Questa funzione ha un tasto dedicato ed è utile per fissare la piega più a lungo.

Un’altra funzione è quella del timer. Si imposta il tempo di asciugatura ed un temporizzatore calcolerà il tempo fino spegnimento automatico.

I caschi più avanzati hanno lo ionizzatore, ovvero un sistema di asciugatura con ioni negativi. Questi, emessi da un ago elettricamente caricato, vanno a separare le particelle dell’acqua in parti così piccole da penetrare nel capello.

Il risultato della ionizzazione è un’idratazione profonda in modo del tutto naturale.

Perché scegliere un casco ad uso domestico?

Innanzitutto per la cura e la bellezza dei capelli, come abbiamo visto più sopra.

Ma un altro motivo è sicuramente l’ottimizzazione del tempo che consente. Basta infatti inserire il casco e con tempi più brevi mentre si svolgono altre attività i capelli verranno asciugati ottenendo una piega perfetta.

E’ come avere il parrucchiere sempre con sé anche quando non si ha tempo per andare a fare la piega. E’ comodo, rilassante e non ci si deve affaticare le braccia come con un asciugacapelli manuale. Ideale anche per chi ha problemi di salute anche temporanei.

Altri tipi di caschi per l’uso domestico

Esistono, oltre ai caschi morbidi, quelli rigidi tra cui quello con stativo. Questo ha un’asta regolabile in altezza e una base di ruote utile per lo spostamento. Richiede però molto spazio per l’uso e per essere riposto dopo l’uso.

Sono caschi professionali che si possono tenere anche in casa se si ha o spazio giusto. Le performance sono assolutamente elevate.

Infine i caschi asciugacapelli da tavolo hanno un’altezza fissa invece che lo stativo telescopico. Vi è comunque una campana. C’è bisogno di un ripiano per utilizzarli. Questo li rende meno adatti ai saloni professionale e più idonei all’uso domestico. Infatti è necessario adattare tavolo e seduta per una sessione comoda.

I caschi da tavolo sono però molto compatti e grazie anche alla maniglia per il trasporto perfetti per chi vuole portarli con sé. Non richiedono molto spazio per l’uso e per riporli dopo l’uso.

Comunicatrice a 360°, scrivo per il web ma anche sceneggiature. Amo viaggiare, visitare gallerie e musei, tenermi aggiornata su tutto, dalla tecnologia all’attualità.

Back to top
Casco Asciugacapelli